Tra le misure che il Datore di lavoro deve adottare per la tutela della salute e sicurezza dei lavoratori (art.15 D.Lgs. 81/08) è prevista l’adozione di Dispositivi di Protezione Individuale (DPI), intesi come qualsiasi attrezzatura destinata ad essere indossata e tenuta dal lavoratore allo scopo di proteggerlo contro uno o più rischi suscettibili di minacciarne la sicurezza o la salute durante il lavoro. Tra i vari DPI disponibili DPI delle vie respiratorie sono certamente tra i più importanti. Questo non solo perché sono DPI di IIIa categoria, bensì in quanto l’inalazione è certamente una delle vie principali attraverso le quali agenti chimici pericolosi possono penetrare all’interno dell’organismo e causare danni, spesso, irreparabili. E’ quindi fondamentale definire esattamente i requisiti per la scelta, l’acquisto, l’uso e la manutenzione di queste importantissime attrezzature di protezione individuale. Ma non solo. Chi acquista un’attrezzatura, deve anche provvedere a verificare la presenza e adeguatezza del  libretto d’uso e manutenzione fornito dal fabbricante, verificando puntualmente eventuali limitazioni d’uso o altre indicazioni riguardanti l’efficacia di protezione che potrebbero influenzare la sicurezza dell’operatore.

 

La rilevazione tempestiva di gas potenzialmente pericolosi e più in generale atmosfere pericolose, è essenziale per preservare l’incolumità degli addetti che operano all’interno di ambienti nei quali è possibile il rilascio in ambiente di agenti chimici pericolosi (anche con formazione di miscele esplosive) o nei quali si potrebbe verificare una modificazione del livello di ossigeno presente. A riguardo, l’art. 66 del D.Lgs. 81/08 prevede che è vietato consentire l’accesso dei lavoratori in pozzi neri, fogne, camini, fosse, gallerie e in generale in ambienti e recipienti, condutture, caldaie e simili, ove sia possibile il rilascio di gas deleteri, non senza che sia stata previamente accertata l’assenza di pericolo per la vita e l’integrità fisica dei lavoratori. A tale scopo, oggi la tecnologia ci mette a disposizione strumenti portatili affidabili ed efficaci, ognuno dei quali contiene sensori con differenti tecnologie (catalitici, elettrochimici, a infrarosso, ecc.) in grado di rilevare la concentrazione di agenti chimici pericolosi aerodispersi e/o la formazione di atmosfere sotto-ossigenate o esplosive. I principi che sono alla base del funzionamento dei vari sensori inseriti all’interno dei rilevatori, sono diversi. Come nel caso dei DPI respiratori, è quindi fondamentale che chi è chiamato a scegliere quali siano i requisiti di questi strumenti, ne conosca i principi di funzionamento e tutte le caratteristiche tecniche operative. Inoltre, al fine di garantirne un utilizzo in sicurezza, è bisogna assicurarsi che chi utilizza questi strumenti ne conosca i limiti operativi e le condizioni normali d’uso ed anche tutte quelle condizioni che potrebbero influenzare la misura al punto da rendere necessaria l’interpretazione del dato letto.

Il corso si articola su due giornate che si svolgeranno a Modena orario 9-13 / 14-18. La prossima data di svolgimento sarà comunicata a breve.

Per avere ulteriori informazioni o per iscriverti, ti invitiamo a inviare una mail a segreteria@eursafe.eu  oppure  sicurezzainpratica@unimore.it o, se preferisci, puoi chiamare il numero verde




 

Leggi tutti gli articoli

 

Conclusa con successo la nona edizione, sono aperte le iscrizioni per il prossimo DECIMO CORSO che si terrà nei giorni 26,27 ottobre - 9,10 e 23,24 novembre 2017 - orario 09.00 - 13.00 / 14.00 - 18.00 

Il Corso non ha lo scopo di erogare la formazione obbligatoria prevista dal D.P.R. 177/2011, bensì di contribuire a diffondere conoscenze utili a incrementare le necessarie competenze minime delle figure professionali chiamate a progettare e/o gestire le attività negli ambienti a sospetto inquinamento o confinati, considerato che tali attività, con rilevanti componenti di rischio, oltre ad essere gestite in proprio dalle aziende, sono spesso gestite anche ricorrendo ad appalti e subappalti a soggetti terzi talvolta non adeguatamente attrezzati e/o competenti.

Questo specifico evento formativo è rivolto a tutte le figure che devono gestire, organizzare e pianificare attività negli spazi confinati vale a dire HSE Manager, Responsabili e Addetti SPP, Coordinatori per la sicurezza nei cantieri (CSP e CSE), RLS, Datori di lavoro, Dirigenti e Preposti, Consulenti e Professionisti del settore e anche alle figure apicali di contesti aziendali connotati da lavorazioni che si svolgono in ambienti confinati o sospetti di inquinamento e che si apprestano alla costruzione di modelli di organizzazione e gestione integrati per la sicurezza, ex art. 30 D.Lgs. n. 81/2008 e D.Lgs. n. 231/2001.

Il D.P.R. n. 177/2011, che introduce specifici requisiti per le imprese ammesse ad operare all’interno di luoghi pericolosi, ai sensi degli artt. 66 e 121 e dell’allegato IV, punto 3, del D.lgs. 81 del 2008, secondo quanto ipotizzato dal legislatore deve consentire di elevare il livello di sicurezza per i lavoratori impegnati durante attività negli ambienti sospetti di inquinamento o confinati, considerato che gli eventuali incidenti conseguenti ad errori di valutazione o sottovalutazione dei pericoli presenti, hanno quasi sempre conseguenze drammatiche. Dall’analisi degli eventi occorsi negli ultimi anni, si è potuto constatare come la successione degli interventi ha spesso portato l’incidente iniziale a concatenare, attraverso improvvisati tentativi di soccorso attuati dai colleghi di lavoro non adeguatamente attrezzati e privi delle più elementari conoscenze a riguardo, impossibili azioni di soccorso che, di fatto, si sono purtroppo tradotte solamente in un incremento del numero delle vittime. Per questo è importante una corretta pianificazione degli interventi da parte di persone specificatamente formate a tale scopo, che consenta di ridurre in futuro il ripetersi di questo tipo d’incidenti, attraverso l’applicazione di strumenti concettuali e operativi adeguati per effettuare un’approfondita e corretta valutazione dei rischi, identificare un percorso di addestramento efficace, prevedere l’impiego di attrezzature idonee e pianificare gli scenari di emergenza codificando le operazioni da porre in essere.

In considerazione dei temi trattati e per garantire il massimo apprendimento, è prevista la partecipazione al corso di persone competenti nei temi della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro a che, possibilmente, possano dimostrare un’adeguata esperienza operativa pregressa che viene valutata da una apposita commissione di docenti presieduta dal Direttore del corso. (in sede di accettazione delle domande di partecipazione è richiesto l’invio del curriculum vitae con evidenza delle attività svolte nei settori in cui si è operato). 

La partecipazione consente di ottenere 40 crediti per l'aggiornamento per RSPP/ASPP o CSP/CSE inoltre, prima del corso, sono avviate le pratiche per la richiesta di accreditamento per i CFP per gli iscritti agli Ordini Professionali.

Per avere ulteriori informazioni, inviare una mail a segreteria@eursafe.eu oppure a chiamare



 

Leggi tutti gli articoli

 

 

Gli incidenti durante attività negli ambienti sospetti di inquinamento o confinati pur non essendo molto frequenti, risultano essere quasi sempre letali a seguito di errori di valutazione o sottovalutazione dei pericoli presenti. Inoltre, si tratta di eventi che solitamente coinvolgono più lavoratori e spesso anche i soccorritori. Il D.P.R. n. 177/2011 introduce specifici requisiti per le imprese ammesse ad operare all’interno di questi luoghi pericolosi, ai sensi degli artt. 66 e 121 e dell’allegato IV, punto 3, del d.lgs. 81 del 2008.

Tra questi, impone al Datore di lavoro Committente, la nomina di un proprio Rappresentante, in possesso di adeguate competenze in materia di salute e sicurezza sul lavoro e che abbia comunque svolto le attività di informazione, formazione e addestramento di cui all'articolo 2, comma 1, lettere c) ed f), a conoscenza dei rischi presenti nei luoghi in cui si svolgono le attività lavorative, che vigili in funzione di indirizzo e coordinamento delle attività svolte dai lavoratori impiegati dalla impresa appaltatrice o dai lavoratori autonomi e per limitare il rischio da interferenza di tali lavorazioni con quelle del personale impiegato dal datore di lavoro committente.

Oltre a rappresentare un momento di confronto e aggiornamento sull’applicazione del DPR 177/2011, il corso si rivolge a tutti coloro che intendono svolgere il ruolo di Rappresentante del Datore di lavoro committente così come individuato all’art. 3 c 2 del DPR 177/11.

Il prossimo corso si terrà il 9/6/2017 a Modena.

Per avere ulteriori informazioni o per iscriverti, ti invitiamo a inviare una mail a segreteria@eursafe.eu  oppure  sicurezzainpratica@unimore.it o, se preferisci, puoi chiamare il numero verde




 

Leggi tutti gli articoli

 

Il Coordinatore di www.spazioconfinato.it, l'Ing. Adriano Paolo Bacchetta, ha recentemente pubblicato un articolo su www.puntosicuro.it un articolo dal titolo :DPR 177/2011: quando è applicabile? Proviamo a fare chiarezza sull’applicabilità del DPR 177/2011 Attività in ambienti sospetti di inquinamento o confinati. 

Nell'ambito del testo, l'autore ha analizzato gli ambiti di applicazione del DPR 177/2011 che, oggi, evidenzia ancora di più tutte le criticità di un Decreto il cui scopo dichiarato è quello d’impedire che nei lavori in ambienti c.d. confinati o sospetti d’inquinamento, possano operare soggetti non adeguatamente formati, addestrati o, comunque, perfettamente a conoscenza dei rischi delle lavorazioni e di quelli propri degli ambienti nei quali si svolge l’attività lavorativa. Nella pratica quotidiana, infatti, diversi adempimenti richiesti si dimostrano di difficile applicazione o, come nel caso della formazione, ancora privi di un esplicito assetto regolatorio, così da lasciare ampia discrezionalità in relazione ai suoi contenuti e modalità di erogazione. Nonostante molto si sia detto e scritto su questi temi, la mancanza di una reale prospettiva di modifica del testo normativo anche per sanare evidenti errori formali che possa risolvere le tante e controverse questioni aperte, oltre alle interpretazioni disuniformi degli Enti di vigilanza e controllo ad esempio sull’obbligatorietà di certificare anche i contratti di appalto e non solo quelli di subappalto, oppure sulla durata dell’informazione preliminare non inferiore a un giorno, ecc.., creano una situazione di evidente disorientamento tra le aziende che, comunque, quotidianamento sono chiamate a operare in questi particolari ambienti di lavoro.

Da tempo www.spazioconfinato.it ha avviato un osservatorio nazionale sul tema dell’applicazione del DPR 177/2011, che ha già raccolto diverse adesioni e documentazione specifica da parte di coloro che ritengono importante contribuire allo sviluppo di una comunità di pratica, in grado di condividere informazioni. Sarebbe quindi importante alimentare questo punto di aggregazione mediante l’invio di documenti e informazioni relativi alle diverse tematiche affrontate. In particolare riferimenti giurisprudenziali (anche se solo di primo grado) relativi a casi che rientrano nell’ambito di applicazione del DPR 177/2011 che sono difficilmente reperibili se non forniti spontaneamente da una delle parti interessate, oppure come conseguenza della partecipazione alle fasi di giudizio quale consulente (del giudice o della difesa). Esperienze e conoscenze che, una volta analizzate, sono disseminabili attraverso eventi pubblici attraverso i quali, tra l’altro, è possibile un confronto diretto tra i vari attori del sistema prevenzionistico. 

Questi (e altri), saranno i principali temi del prossimo convegno “Ambienti sospetti di inquinamento o confinati DPR 177/2011: proviamo a fare chiarezza” organizzato dall’Interdisciplinary Applied Research Center for Safety ( EURSAFE), Associazione Organismo di ricerca di Parma, che si terrà a Modena il 14 settembre p.v. nell’ambito di Ambiente Lavoro Convention Nazionale e che prevede la partecipazioni di esperti e operatori del settore che, ciascuno per il proprio ambito di competenza, cercheranno di fare chiarezza in merito ai diversi aspetti critici del Decreto. L’evento, tra l’altro, si configura come prologo al prossimo Settimo Convegno Nazionale sulle attività negli Ambienti Confinati, che si terrà a Novembre a Modena, iniziativa che rappresenta uno degli strumenti più interessanti e fruibili per un pubblico ampio e diversificato, in quanto unico evento capace di portare all’attenzione degli operatori di settore, in maniera ragionata e coordinata, un insieme di esperienze consolidate a livello nazionale e internazionale.

L’articolo può essere letto al link di Puntosicuro

Per eventuali informazioni, inviare una mail a segreteria@eursafe.eu oppure a chiamare



 

Leggi tutti gli articoli

 

Mercoledì 23 Novembre 2016, dalle ore 9:00 alle ore 18:00, presso la sala Leonelli della Camera di Commercio di Modena Via Ganaceto 134, si terrà l’annuale Convegno Nazionale sulle attività negli Spazi Confinati. Questo evento, ormai arrivato alla sua sesta edizione, rappresenta un momento di analisi e confronto dinamico e a più livelli, delle esperienze di tutti quegli attori del sistema prevenzionistico nazionale e internazionale che, a vario titolo e con differenti modalità, hanno acquisito una specifica competenza nell’ambito delle attività nei Confined Spaces. Il convegno, che si svolgerà nell’ambito del progetto del progetto: “A Modena La Sicurezza Sul Lavoro, in Pratica” (www.sicurezzainpratica.eu) sarà organizzato dal C.R.I.S. e da EURSAFE - European Interdisciplinary Applied Research Center for Safety, nella consapevolezza che l’estrema varietà di situazioni operative connesse all’attività nei Confined Spaces, necessita un continuo grande sforzo di ricerca e condivisione dell’esperienza acquisita, anche a livello internazionale, così da poter fare tesoro dei diversi approcci metodologici e accorgimenti tecnici da poter tradurre in chiave operativa e rendere disponibili a livello nazionale agli operatori del settore.

Il programma delle relazioni previste è:

8.00 – 9.00             Registrazione partecipanti

9.00 – 09.30           Saluti Istituzionali

09.30—09.45      Apertura del convegno Chairman: Giovanni Andrea Zuccarello - INAIL Settore Certificazione Verifica e  Ricerca  – UOT Bologna

09.45 – 10.10         Adriano Paolo Bacchetta- Eursafe Parma “Ambienti confinati” tra dubbi (tanti) e certezze (poche)

10.10 – 10.35        Enrico Maria Ognibeni – Direttore Servizio Sicurezza Impianti e Macchine U.O. Prevenzione e .Sicurezza Ambienti di Lavoro  Dipartimento di Prevenzione  - Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari della Provincia Autonoma di                                          Trento " Le celle frigorifere ad atmosfera controllata (CA-Room) nell’ambito del DPR 177/2011

10.35 – 11.00         Luciano Di Donato - Responsabile del Laboratorio Macchine ed Attrezzature di Lavoro DIT - Dipartimento Innovazione Tecnologica e Sicurezza degli Impianti, Prodotti ed Insediamenti Antropici "Linee d’indirizzo per ambienti                                               confinati e/o sospetti di inquinamento: piscine, vess-els, cantieri. Prime indicazioni sulle procedure operative"

11.00 – 11,30         Coffe break

11,30 – 11.55         Marco Dall’Agio – Responsabile Sicurezza e Ambiente Mutti S.p.A. "L'impatto del decreto 177/2011 nell'industria conserviera"

11,55 – 12.20         Andrea Volpato - Corporate Health Safety & Environment Manager CHIESI FARMACEUTICI S.p.A. "Rischio azoto nel settore chimico / farmaceutico e implicazioni nei lavori in appalto."

12.20 – 12.45         Pasquale Mazzei – Procura di Modena "L'analisi di casi reali d’incidenti in ambienti confinati sotto il profilo giuridico"

12.45 – 13.45         Pausa Pranzo

13.45 – 14.10         Nicola Delussu, Enrica Sgaramella - Agenzia di Tutela della Salute della Città Metropolitana di Milano "Riflessioni metodologiche sulla formazione erogata agli operatori degli Ambienti Sospetti Inquinamento o Confinati"

14.10 – 14.35         Stefano Lugli - Resp. Servizio Tecnico Acimac "Sicurezza delle macchine che presentono "spazi confinati": obblighi ai sensi della Direttiva 2006/42/CE, il caso delle macchine per ceramica"

14.35 – 16.00         Francesco Bergomi - Responsabile sicurezza Confindustria Ceramica "L'individuazione degli spazi confinati nel settore delle piastrelle in ceramica, analisi delle principali criticità"

16.00 – 16.25         Stefano Arletti - Dipartimento di Sanità Pubblica AUSL MODENA  "Lo Spazio Confinato nel DVR dei datori di lavoro: cinque anni di applicazione dal punto di vista degli organi di vigilanza"

16.25 – 16.55         Coffe break

16.55 —17.00         Adriano Paolo Bacchetta- Eursafe Parma Presentazione intervento Neil Mc Manus

17.00 – 17.45         Neil Mc Manus - (CIH, ROH, CSP North West Occupational Health & Safety North Vancouver, British Columbia Canada) "Natural Ventilation in Isolated Subsurface Structures"

17.45 – 18.15         Dibattito e conclusioni

 

E' possibile iscriversi al link: http://www.eursafe.eu/convegnospaziconfinati/

 
Per informazioni, inviare una mail a segreteria@eursafe.eu oppure a chiamare


 

 

alt Ti è piaciuto questo articolo?
Inscriviti alla Newsletter per rimanere sempre aggiornato sul mondo di Spazioconfinato.it >

alt Vuoi avere la possibilità di scaricare documenti o proporne tu di nuovi?
Registrati su spazioconfinato.it per accedere a questi servizi >

Calendario Iniziative

Giugno 2017
D L M M G V S
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
Indietro Avanti

Iscrizioni al DECIMO CORSO Corso sul D.P…

15-03-2017

Conclusa con successo la nona edizione, sono aperte le iscrizioni per il prossimo DECIMO CORSO che si terrà nei giorni 26,27 ottobre - 9,10 e 23,24 novembre 2017 - orario 09.00 -...

Leggi ancora

Nuovo articolo su Puntosicuro

15-03-2017

Il Coordinatore di www.spazioconfinato.it, l'Ing. Adriano Paolo Bacchetta, ha recentemente pubblicato un articolo su www.puntosicuro.it un articolo dal titolo :DPR 177/2011: quando è applicabile? Proviamo a fare chiarezza sull’applicabilità del DPR...

Leggi ancora

Corso Aggiornamento per RSPP/ASPP

15-03-2017

Tra le misure che il Datore di lavoro deve adottare per la tutela della salute e sicurezza dei lavoratori (art.15 D.Lgs. 81/08) è prevista l’adozione di Dispositivi di Protezione Individuale...

Leggi ancora

Corso Rappresentante datore di lavoro co…

15-03-2017

  Gli incidenti durante attività negli ambienti sospetti di inquinamento o confinati pur non essendo molto frequenti, risultano essere quasi sempre letali a seguito di errori di valutazione o sottovalutazione dei...

Leggi ancora

Nuove adesioni all'Osservatorio Nazional…

02-08-2016

Con l’emanazione del DPR 177/2011, il Legislatore ha inteso elevare il livello di sicurezza dei lavoratori addetti a questa specifica attività operativa svolta in contesti a elevato rischio. L’analisi degli...

Leggi ancora

23 Novembre 2016 - 6° Convegno Nazionale…

30-07-2016

Mercoledì 23 Novembre 2016, dalle ore 9:00 alle ore 18:00, presso la sala Leonelli della Camera di Commercio di Modena Via Ganaceto 134, si terrà l’annuale Convegno Nazionale sulle attività...

Leggi ancora

Ambiente Lavoro 2016 - Workshop e incont…

30-07-2016

Dal 19 al 21 ottobre 2016, nel quartiere fieristico di Bologna, si terrà il Salone della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro Ambiente Lavoro 2016, unica manifestazione fieristica italiana dedicata alla promozione...

Leggi ancora

Grande partecipazione al Quinto Convegno…

23-10-2015

Grande affluenza presso la sala eventi del Tecnopolo DIEF - Università di Modena e Reggio Emilia dove, lo scorso 18 novembre, quasi 250 persone hanno partecipato al Quinto Convegno Nazionale sulle attività negli Spazi...

Leggi ancora

La nuova Associazione EURSAFE

14-07-2015

L’Associazione Organismo di ricerca Eursafe, costituita come "Organismo di ricerca" così come definito dalla Comunicazione della Commissione Europea 2006/C 323/01 del 30/12/2006, nasce come punto di aggregazione delle attività di...

Leggi ancora

www.spazioconfinato.it è ora un sito col…

04-10-2014

E’ online il nuovo sito di www.spazioconfinato.it: facilità di navigazione, immediatezza e semplicità caratterizzano il nuovo portale e riteniamo, contribuiranno a stimolare la discussione tra chi ha avuto necessità di...

Leggi ancora

Articoli Puntosicuro

28-03-2014

Puntosicuro, sito specializzato sui temi della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, ha pubblicato recentemente alcuni articolo del Coordinatore di www.spazioconfinato.it Spazi confinati: il ruolo delle procedure operative:http://www.puntosicuro.it/sicurezza-sul-lavoro-C-1/tipologie-di-rischio-C-5/spazi-confinati-C-46/spazi-confinati-il-ruolo-delle-procedure-operative-AR-13574/ Spazi confinati: la...

Leggi ancora

Aggiornate le Indicazioni Operative sugl…

24-11-2013

{jcomments off}Disponibile l'aggiornamento delle Indicazioni Operative sugli Spazi Confinati Recentemente è stato predisposto dal gruppo di lavoro interistituzionale, denominato Ambienti Confinati insediato dal Comitato Regionale di Coordinamento ex art. 7 del...

Leggi ancora

Nota del Ministero del lavoro - Giugno

03-08-2013

Con la nota 11649 del 27 giugno 2013, il Ministero del lavoro ha messo in chiaro un aspetto dell’intricata questione relativa all’applicazione del D.P.R. 177/2011, in particolare sull’obbligatorietà della certificazione...

Leggi ancora

Presentate a Bologna le nuove indicazion…

30-06-2013

Lo scorso 20 giugno a Bologna all’auditorium Enzo Biagi, si è svolto il convegno “Dall’uomo talpa alla talpa meccanica - La sicurezza dei lavori in cunicoli , pozzi, trincee -...

Leggi ancora

Il nuovo spazioconfinato.it è online

28-06-2013

Da oggi è online il nuovo sito di www.spazioconfinato.it: facilità di navigazione, immediatezza e semplicità caratterizzano il nuovo portale e riteniamo, contribuiranno a stimolare la discussione tra chi ha avuto...

Leggi ancora
Iscrivendoti alla Newsletters avrai la possibilità di rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità a livello nazionale e internazionale.

Per poter ricevere le nostre newsletters devi essere un utente registrato al sito, se ancora non lo sei registrati su Spazioconfinato.it

Privacy e Termini di Utilizzo